Aspiratori industriali per polveri

Aspiratori mobili

Gli aspiratori industriali carrellati sono apparecchi mobili, costituiti da un gruppo aspirante fissato ad uno o due anelli, a seconda del modello.
La struttura è ancorata ad un basamento munito di ruote per una facile movimentazione anche a pieno carico. Il sacco superiore, in materiale filtrante (o cartuccia), serve anche per attutire il rumore ed è sostenuto da un tubolare con anello terminale. Il sacco/i inferiore ha lo scopo di stoccare i residui aspirati.
Gli aspiratori industriali sono macchinari pensati per aspirare polveri e trucioli leggeri asciutti e non incandescenti, come legno, alluminio, ... etc.

Aspiratori semi-mobili

I bracci aspiranti semi-mobili aspirano polveri, micro polveri secche e fumi di saldatura.
Sono dotati di frizioni che ne garantiscono la maneggevolezza e preciso collocamento nella zona interessata.

Aspiratori mobile Atex

L’aspiratore carrellato è adatto per aspirare polveri fini ATEX Zona 21 ed è attrezzato di ventilatore centrifugo ATEX completo di motore elettrico antideflagrante. La cartuccia filtrante in poliestere non-tessuto è realizzata con procedimento spunbonded che consente di non avere nessuna variazione sulla permeabilità all’ aria permettendo una migliore efficienza di filtrazione, ed una elevata stabilità.
La conducibilità elettrica superficiale del tessuto filtrante è ottenuta mediante l’applicazione di polveri di alluminio. Il supporto che si crea garantisce un’ottima porosità al tessuto.
Questo trattamento rappresenta la soluzione per tutte le applicazioni che richiedono l’eliminazione delle cariche elettriche che si creano sulle polveri da filtrare e quindi sul media filtrante.
Il tessuto filtrante è utilizzato in tutti i casi in cui si filtra polvere a rischio di esplosione (impianti antideflagranti), in quanto l’elevato valore di conducibilità elettrica (Rd<10³ Ohms) elimina tutte le cariche elettrostatiche presenti sul tessuto.
La certificazione BIA, risponde alla direttiva ZH1/487, che esige un rilascio inferiore 0,1% per polveri di granulometria compresa tra i 0,2 ed i 2 micron con una velocità di passaggio di 0,056 m/s che corrisponde ad una categoria di classificazione USGC, che conferisce anche un’ottima resistenza chimica ai solventi organici.